Qualità e sicurezza

Patentini saldatori

Tutti i saldatori Enertech sono in possesso dei patentini di saldatura necessari per i processi 135, 141 e 111 come previsto dalle normative UNI EN 287.1:2007 e EN ISO 9606-01:2013 (Ente Certificatore IIS CERT e Ente Certificatore RINA).

I patentini vengono aggiornati regolarmente per garantire sempre un personale esperto e competente, in grado di eseguire tutti i tipi di saldatura necessari.

Procedure di saldatura

L'azienda si è qualificata per l'esecuzione dei procedimenti di saldatura per i materiali P11, P22, P91, Acciaio Carbonio e Acciaio inox, come da disposizioni UNI EN ISO 3581, UNI EN ISO 14343, UNI EN ISO 21952, UNI EN ISO 3580, UNI EN ISO 2560, UNI EN ISO 14341-A.

Materiali

I principali materiali ad uso strutturale utilizzati sono: S275 e S355.

I materiali acquistati sono tutti in possesso della marcatura CE (acciai conformi alle norme armonizzate della serie UNI EN 10025 per i laminati, UNI EN 10210 per i tubi senza saldatura e UNI EN 10219-1 per i tubi saldati), e vengono tutti codificati internamente, con archiviazione della relativa documentazione per garantirne una sicura rintracciabilità.

Pratiche PED

Enertech realizza tubazioni o recipienti a pressioni con pratiche PED.

La Direttiva Apparecchi a Pressione, comunemente detta PED dalla denominazione inglese Pressure Equipment Directive, è una direttiva di prodotto (97/23/CE) emanata dalla Comunità Europea e recepita in Italia con il Decreto Legislativo n° 93/2000.

Fino al 30 maggio 2002 è stato possibile continuare ad applicare la normativa italiana preesistente, mentre, da tale data, la PED è divenuta cogente e ha sostituito le precedenti disposizioni.

Essa disciplina la progettazione, la costruzione, l'equipaggiamento e l'installazione in sicurezza di apparecchi in pressione.

Rientrano nel campo di applicabilità della direttiva ad esempio le tubazioni, le valvole idrauliche e i recipienti soggetti a una pressione relativa maggiore di 0,5 bar, escluse le macchine.

Le apparecchiature in pressione, con pressione uguale o inferiore a 0,5 bar, sono quindi comunque escluse dalla applicazione della normativa. Se invece presentano una pressione superiore occorre valutare se rientrano o meno nel campo di applicazione della norma.

Nel caso rientrino nel campo di applicazione, le attrezzature in pressione devono soddisfare i requisiti essenziali enunciati nell'Allegato I della Direttiva e devono poi riportare la marcatura CE, seguita dal numero di notifica dell'Organismo Notificato.

La PED riguarda solo l'immissione sul mercato comunitario delle attrezzature in pressione, ma non dà indicazioni in merito ai requisiti relativi all'esercizio e alla manutenzione delle stesse, tali requisiti sono definiti dai regolamenti nazionali.

Tutte le installazioni degli impianti a pressione assoggettati alla direttiva PED devono essere comunicate all'ISPESL (D.M. n. 329/04).

Per ottenere la Marcature CE PED, nello specifico è necessario effettuare:

  • Classificazione delle attrezzature in funzione della categoria di rischio PED
  • Calcoli strutturali a pressione utilizzando norme Europee armonizzate
  • Controllo del processo di fabbricazione (WPQ, WPS, WPAR, controlli NDT e prova idraulica)
  • Predisposizione del Fascicolo Tecnico
  • Predisposizione del Manuale d'uso e manutenzione
  • Marcatura e dichiarazione CE di conformità

Sicurezza e procedure in cantiere

Enertech si è adeguata al nuovo decreto unico della sicurezza n. 81 del 9 aprile 2008, in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, fornendo al proprio personale tutti i dispositivi necessari per ridurre al minimo il rischio di incidenti e garantire un elevato grado di sicurezza anche ai propri clienti.

Sta inoltre provvedendo ad ottenere la certificazione OHSAS 18001, standard internazionale per un sistema di gestione della Sicurezza e della Salute dei Lavoratori.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza, offrire servizi in linea con le tue preferenze e raccogliere statistiche sulla navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione